Parrocchia San Michele Arcangelo

  • Visione dell'organo dalla Chiesa
    Visione dell'organo dalla Chiesa
  •  Cassa dell'organo in noce...
    Cassa dell'organo in noce...
  • Consolle
    Consolle
  •  Visione interna della meccanica...
    Visione interna della meccanica...
  •  Ventilabri del somiere maestro...
    Ventilabri del somiere maestro...
  •  Crivello in cuoio/vacchetta ricostruito...
    Crivello in cuoio/vacchetta ricostruito...
  •  Canne in legno dei...
    Canne in legno dei...
  •  Prova delle canne e...
    Prova delle canne e...
  • Visione delle canne
    Visione delle canne
  •  Iscrizioni numeriche sul piede...
    Iscrizioni numeriche sul piede...
  •  Concerto inaugurale del 28...
    Concerto inaugurale del 28...

Parrocchia San Michele Arcangelo

Scuola Ligure
Soglio di Orero (GE)
Parrocchia San Michele Arcangelo
1700
2017

 

Parrocchia San Michele Arcangelo in Soglio di Orero (GE).

Organo attribuibile a Giacinto Rossi (De Rubeis), seconda metà del XVIII secolo.

Lo strumento è posto in cantoria sopra il portale di ingresso principale, racchiuso in cassa lignea in noce massello realizzata in due corpi e finita a tutto tondo, dotata di portelle apribili.

Mostra costituita da 27 canne in stagno fine (23 sonore dal DO 9 al Sib 31, 4 mute). Labbri superiori a mitria, puntino a sbalzo inferiore e doppio puntino a sbalzo superiore. La canne maggiore risponde al DO 9 del registro Principale 8'.

Una tastiera in sesta di 47 tasti con estensione DO 1 – RE 5; tasti diatonici fasciati in bosso, tasti cromatici in ebano. Frontalini dei tasti diatonici con chiocciola. Modiglioni in noce sagomati.

Pedaliera a leggio in noce in sesta di 9 pedali (DO 1 – SI 1 + 1 pedale per Rosignoli), 8 note costantemente unite alla tastiera per mezzo di cordelle.

I registri sono inseriti da pomoli estraibili torniti in bronzo con tirante in ferro posizionati a destra della tastiera.

Principale, Ottava, XV, XIX, XXII, XXVI, XXIX, Cornetto, Flauto in ottava, Voce Umana, Tromba bassi, Tromba soprani, Tirapieno.

A sinistra della tastiera: Bassi al pedale.

Divisione tra bassi e soprani ai tasti SI 2 – DO 3.

Trasmissione meccanica del tipo sospesa.

Il somiere maestro in noce è del tipo a tiro con 12 stecche di registro.

Un somiere a ventilabri posto sul fondo della cassa alimenta 8 canne in legno del registro Bassi al pedale di 10' e 2/3 in quanto le prima quattro canne (dal DO al FA) sono aperte di 8', le seguenti (dal SOL al SI) tappate con suono risultante di 16'; il registro è azionabile da piccola manetta lignea estraibile a sinistra della tastiera.

Crivello in cuoio con bocche delle canne poste superiormente. Le canne sono realizzate nella tradizionale lega stagno – piombo, quelle in legno sono in pino corso verniciate con bolo rosso. Le canne interne in metallo del registro Principale 8' sono tutte in stagno. Le prime 8 canne del registro Principale 8' sono in legno aperte posizionate a sinistra (DO – MI – SOL – Sib) e a destra (RE – FA – LA – SI) del somiere maestro. Il registro Flauto in ottava è reale dal Sib 1, le prime 6 canne sono in comune con il registro Ottava. Il registro Tromba 8' bassi e soprani è in banda stagnata.

Al momento nessuna documentazione d'archivio è emersa in merito alla costruzione dello strumento ma le caratteristiche costruttive non lasciano dubbi sull'appartenenza alla prestigiosa scuola ligure; contrariamente ad altri strumenti della stessa scuola, le canne di Soglio presentano un'iscrizione numerica sul piede che ha permesso una non difficile attribuzione a Giacinto Rossi (De Rubeis). Tali segnature sono sovrapponibili a quelle rinvenute sui corpi sonori dell'organo della chiesa parrocchiale di Mele. Si ringrazia a tal proposito il Geom. Maurizio Isabella.

Pressione del vento di alimentazione delle canne 50 mm in colonna d'acqua.

Corista LA 3: 434 Hz a 22° C.

Temperamento: a sesti di comma.

Il restauro della cassa lignea è stato curato dai restauratori Emanuele Calzolari e Gabriele Garbarino di Santa Margherita Ligure (GE).

Si ringrazia il Sig. Davide Valentino Solari per le referenze fotografiche.

28 ottobre 2017, presentazione dei restauri del Crocifisso del XVII secolo e dell'organo; concerto di inaugurazione a cura del M° Matteo Messori.

Programma del concerto.

Michelangelo Rossi (1601 o 1602-1656):

- Toccata settima

Girolamo Frescobaldi (1583-1643):

- Bergamasca (1635)

Giovanni Battista Martini (1706-1784):

da Sonata quinta (1742):

- Preludio

- Allegro

- Adagio

- Allegro

Domenico Scarlatti (1685-1757):
- Sonata K. 92 in re minore
- Sonata K. 288 in re maggiore

- Sonata K. 323 in la maggiore

- Sonata K. 144 in sol maggiore

- Sonata K. 284 in sol maggiore

Wilhelm Friedemann Bach (1710-1784):

Tre Fughe F31/1, 4, 7

Johann Ludwig Krebs (1713-1780):

- Praeambulum super Christ lag in Todesbanden

- Praeambulum super Sei Lob und Ehr dem höchsten Gut

Johann Georg Albrechtsberger (1736-1809):

- Due Preludi

Alexandre-Pierre-François Boëly (1785-1858):

- Quattro versetti sul Kyrie III op. 39 nn. 4-7

- Rondo op. 40 n. 12

Due Cantici di Natale di Denizot:

- Sus, sus qu’on se réveille op. 15 n. 8

- Muses soeurs de la peinture op. 15 n. 12

- Fuga op. 36 n. 1